Uno scrigno di storia custodito tra le rocce del mare: andiamo alla scoperta di Nora - Hotel Italia

Dal 1928
PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

Noi penseremo a tutto il resto!

PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

Noi penseremo a tutto il resto!

PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

PRENOTA LA TUA VACANZA O IL TUO VIAGGIO D'AFFARI A CAGLIARI

Noi penseremo a tutto il resto!

Da vedere

Nora: una gemma antica che si affaccia nel Mediterraneo

Uno scrigno di storia custodito tra le rocce del mare: andiamo alla scoperta di Nora

Un’antica città Fenicia che dà sul mare. Un sito suggestivo, carico di storia, in cui poter toccare con mano la presenza di civiltà passate che hanno lasciato una grande eredità. Benvenuti a Nora.


Situata su un promontorio, nella zona costiera di Pula, Nora è uno dei siti archeologici più importanti del sud Sardegna. Un insediamento portuale che era strategico per i trasporti da e per l’Isola, particolarmente importante per la sua conformazione. Si tratta infatti di un‘insenatura protetta, che permetteva di salpare verso il largo con qualsiasi condizione e ogni tipo di vento.


La città vide il suo splendore durante l’insediamento Punico e venne successivamente conquistata dai romani, che la fecero diventare la caput vie della Sardegna, la strada principale da cui partivano tutte altre.


Fu però intorno al V secolo che iniziò ad essere abbandonata, a causa delle incursioni di Vandali e Arabi, che costringevano la popolazione ad arretrare sempre di più verso l’interno. 


Durante la loro dominazione, i Romani diedero un grande slancio allo sviluppo urbano della città, che ai tempi arrivò ad ospitare circa 8000 abitanti. Gran parte di questi resti sono oggi visitabili, grazie agli scavi che li hanno riportati alla luce e che iniziarono nel 1889. La città per tanto tempo è rimasta sommersa da detriti e dalle mareggiate che la nascondevano e la custodivano. Ancora oggi si lavora continuamente per riscoprire gli antichi tesori. Un teatro, terme, mosaici delle case signorili e l’imponente tempio di Tanit, dea della vita per i cartaginesi sono tra gli elementi più suggestivi presenti nel sito.


Parte della città è conservata ancora gelosamente dal mare, che ne permette l’accesso ai soli appassionati di snorkeling, ma una piccola incursione sottomarina alla sua scoperta è d’obbligo.


Il sito archeologico di Nora è aperto tutti i giorni e prevede delle visite guidate in diverse lingue, che vi accompagneranno alla scoperta di questo luogo meraviglioso.

Per maggiori informazioni visitate il sito o approfittate del nostro pacchetto per partire alla scoperta dell'anima archeologica della Sardegna. 

Newsletter